ASAO 2 - Benfile 0 : Le pagelle

 

Partita a senso unico, l’ASAO non rischia mai, anche se gli avversari giocano bene e non si danno per vinti. Esce una bella partita, ben giocata con un Cimarelli super che regala due cioccolatini  da vero bomber. Mister Giulietti sfodera il Palaz tirato a lucido ed azzecca tutto, il Boemo di Terre Roveresche è sugli scudi!!!

 

Londei – partita molto tranquilla, mette da parte qualche paratona per le prossime partite 6

Rinaldini – mai in difficoltà, gli avversari che provano a superarlo poi decidono di girare larghi 7

Goretti – tanta sicurezza, tiene le redini della difesa controllando tutti  7

Antonelli – alcune volte ritarda la giocata, però quando affonda sulla fascia si fa perdonare 6,5

Mezzanotte – dalla sua non si passa e si gioca a pallone 7

Pettinelli – è una spina nel fianco per tutti gli avversari, non lascia una palla. Ringhio 7

Paradisi – comincia a trovarsi a suo agio in mezzo al campo, regala diverse aperture da applausi. 7

Palazzini E – è fantastico vedere come si incazza per non aver fatto la cosa giusta, troppo critico, ma con se stresso.  6,5

Palazzini F – sta volta corre e non ha tempo e fiato per parlare. Da lui ci si aspetta sempre questa qualità …il Cobra è tornato 7

Brocca – fa tutto bene, gli sfugge il goal ma come gioca… 7

Cimarelli – parte un po’ sottotono poi sfodera due goal uno più bello dell’altro.  Fantastico 8

Riccardi – non fa più vedere la palla agli avversari e la partita finisce tranquilla 6,5

Rossini – entra e si mette a fare il faro a centrocampo….alcuni direbbero boa, ma le prende tutte lui 6,5

Giovanelli – fa subito capire che ha gamba e gli avversari lo aspettano 6,5

Paci -  la sua battagli contro i pali continua, sta volta anche il portiere degli avversari gli fa una paratona…attapirato ma da 7

Vegliò F – come il Giova si vede subito che ha un gran passo e si infila nella difesa avversaria…peccato per il goal mancato 6,5

Luzzi - come al solito entra sereno e tutta la squadra dorme sogni tranquilli....babbo 7

 

GIORNO DELLA MEMORIA 2018: IL MINUTO DI SILENZIO

asao memoria